Photoshop: correggere i colori di un'immagine

Photoshop consente di poter manipolare i colori di un'immagine per renderla più attraente o per ottenere effetti di colore, di saturazione o di luminosità particolari.

Esistono due modi per regolare i colori  di un' immagine:

  • si può utilizzare il comando IMMAGINE > REGOLAZIONI e scegliere una delle palette a disposizione per modificare i colori dell' immagine;
  • si può usare un livello di regolazione cliccando sul pulsante in fondo alla palette LIVELLI o dalla voce del menù principale in alto LIVELLI, poi si deve scegliere  il tipo di livello da creare:

    LIVELLO > NUOVO LIVELLO DI REGOLAZIONE

    Ora bisogna settare la regolazione nella FINESTRA DI REGOLAZIONE selezionata e cliccare su OK.

Le finestre di regolazione di colore

Possiamo modificare il colore di un ' immagine andando a selezionare una finestra di regolazione specifica, presente tra le tante opzioni che Photoshop ci offre. Andiamo a scoprire quali sono e a cosa servono:

  • LIVELLI: la finestra di dialogo LIVELLI consente di correggere la gamma tonale e il bilanciamento del colore di un'immagine tramite la regolazione dei livelli di intensità dio ombre, mezzitoni e luci dell'immagine;
     
  • CURVE: quando si clicca sula finestra CURVE si apre la finestra:

    Da questa finestra è possibile regolare la luce, i mezzitoni e le ombre spostando con il mouse i punti del segmento che appare in diagonale sulla finestra.
    Per regolare il bilanciamento di colore dell' immagine, bisogna scegliere il canale (o i canali) da menù CANALE;
     
  • BILANCIAMENTO COLORE: in questa finestra si deve selezionare prima l'intervallo di toni che si vuole modificare: ombre, luci o mezzitoni; poi assegnare un valore positivo o negativo  per modificare i colori dell' immagine. Selezionando MANTIENI LUMINOSITÀ' si impedisce la variazione dei valori di luminosità nell' immagine durante la modifica del colore, mantenendo così il bilanciamento tonale dell' immagine;
     
  • LUMINOSITÀ' E CONTRASTO: consente di aumentare o ridurre la luminosità o il contrasto di un livello, di un'area o di un'immagine;
     
  • TONALITÀ'/SATURAZIONE: il comando tonalità/saturazione consente di regolare la tonalità, la saturazione e la luminosità di un'intera immagine o di singole componenti di colore in un'immagine. Con l'opzione COLORA è possibile aggiungere colore ad un 'immagine in SCALA DI GRIGIO convertita in RGB, per esempio per simulare un'immagine a due tonalità riducendo i suoi valori cromatici ad una tonalità. Per fare questo bisogna nel menù MODIFICA scegli i colori da regolare:
    • COMPOSITO: ragnola tutti i colori contemporaneamente;
    • SINGOLO COLORE: saranno modificate solo le parti dell' immagine che contemplano il colore selezionato;
       
  • SOSTITUISCI COLORE: dobbiamo selezionare ANTEPRIMA per visualizzare l'immagine nella finestra di dialogo. PCI selezioniamo il colore da sostituire con il CONTAGOCCE. Regoliamo la tolleranza per controllare fino a che punto i colori correlati vengono compresi nella seleziona. Infine trasciniamo i cursori Luminosità, Saturazione o Tonalità;
     
  • CORREZIONE  COLORE SELETTIVA: prima di tutto selezioniamo un'opzione per il metodo:
    • RELATIVO: per modificare le quantità esistenti di colore cyan, magenta, giallo o nero in percentuale sul totale;
    • ASSOLUTO: per regolare il colore in valore assoluto utilizziamo questo metodo trascinando i cursori per aumentare o diminuire le componenti del colore selezionato;
       
  • MISCELATORE CANALE: il comando Miscelarore di canale consente di modificare un canale di colore con una miscela composta dai canali di colore correnti. Con questo comando è possibile:
    • effettuare regolazioni di colore creative difficilmente ottenibili con altri strumenti;
    • creare immagini di alta qualità color seppia o di altre tinte;
    • scambiare o duplicare i canali di colore;
  • MAPPA SFUMATURA: questo comando mappa l'intervallo di scala di grigio equivalente di un'immagine sui colori di un riempimento sfumatura specificato. Se , ad esempio, specificate un riempimento sfumatura a due colori, le ombre nell' immagine vengono mappate sul colore di una delle estremità riempimento sfumatura, le luci sul colore dell' altra estremità e i menzioni sulle gradazioni intermedie. Per scegliere nella lista dei riempimenti sfumatura bisogna cliccare sul triangolo a destra del riempimento sfumatura visualizzato in Mappa Sfumatura; poi cliccare su per selezionare il riempimento sfumatura desiderato. Per selezionare due colori presenti nella lista dei riempimenti si deve cliccare sui quadratini in basso nella barra degli strumenti (colore in primo piano, colore di sfondo). Possono essere selezionate le seguenti opzioni sfumatura:
    • DITHERING: aggiunge un disturbo casuale per sfumare l'aspetto del riempimento sfumatura e ridurre le striature;
    • INVERTI: cambia la direzione del riempimento sfumatura e inverte la mappa sfumatura;
       
  • INVERTI: utilizzando questo comando s'invertono i colori di un'immagine. E' possibile usare questo comando per rendere un'immagine negativa in bianco e nero oppure per creare un'immagine positiva da un negativo in bianco e nero digitalizzato;
     
  • EQUALIZZA: ridistribuisce i valori di luminosità dei pixel di un'immagine affinchè rappresentino più uniformemente tutto l'intervallo dei livelli di luminosità. Quando selezionate questo comando,  Photoshop trova i valori più luminosi e più scuri nell' immagine composita e li rimappa affinchè il valore più luminoso sia il bianco e il valore più scuro sia il nero. E' impossibile equalizzare anche solo un'area di un'immagine;
     
  • SOGLIA: converte le immagini in scala di grigio o a colori in immagini bianco e nero ad alto contrasto. Si può definire un livello specifico come soglia. Tutti i pixel più chiari della soglia vengono convertiti in bianco mentre quelli più scuri in nero. Il comando Soglia è utile per determinare le aree più chiare e più scure di un'immagine;
     
  • POSTERIZZA: con questo comando è possibile definire il numero di livelli di tonalità (o valori di luminosità) per ogni canale di un'immagine e si possono mappare i pixel sul più vicino livello corrispondente. Ad esempio, scegliendo due livelli di tonalità in un' immagine RGB, si ottengono sei colori: due per il rosso, due per il verde e due per il blu;
     

Eseguire regolazioni veloci

Per eseguire regolazioni veloci e globali dell'immagine, Photoshop fornisce metodi veloci ma sicuramente non precisi e poco flessibili:

  • LIVELLI AUTOMATICI: consente di spostare automaticamente i cursori dei livelli di colore per impostare luci ed ombre. Inoltre regola i canali dei colori singolarmente e potrebbe rimuovere o introdurre dominanti di colore. La funzione livelli automatici fornisce buoni risultati quando occorre regolare un semplice contrasto per un'immagine con una distribuzione media dei valori dei pixel  o con una dominante di colore complessiva;
     
  • CONTRASTO AUTOMATICO: regola automaticamente il contrasto complessivo e la miscela dei colori in un'immagine RGB. Questa funzione è in grado di migliorare l'aspetto di molte immagini fotografiche o a tono continuo. Invece non apporta alcun miglioramento alle immagini con colori piatti:
     
  • COLORE AUTOMATICO: consente di regolare contrasto e i colori di un'immagine effettuando la ricerca di ombre, luci e mezzitoni nell' immagine effettiva piuttosto che negli istogrammi dei canali;
     
  • VARIAZIONI: permette di regolare il bilanciamento del colore, il contrasto e la saturazione di un' immagine o di una selezione,mostrando le alternative in miniatura. Tale comando è utile soprattutto quando si lavora con immagini a toni medi che non necessitano di regolazioni precise del colore. Non viene utilizzato sulle immagini in scala di colore.