Introduzione ad internet

Introduzione a internet

Internet, parola inglese contratta che sta a significare interconnected networks, ovvero reti interconnesse, è una rete globale di computer connessi con accesso pubblico. L'interconnessione tra diverse tipologie di reti è possibile grazie ad una serie di protocolli di rete.

Il protocollo in generale è un insieme di istruzioni e di regole, che permettono la comunicazione tra diversi soggetti. Se due o più soggetti sono remoti allora possiamo definirli protocolli di rete. Per quanto concerne internet, i protocolli utilizzati che permettono la comunicazione sono:

Tutti i protocolli, come i linguaggi di markup (per esempio HTML), sono stabiliti come standard tecnici dalla World Wide Web Consortium (W3C), un'organizzazione non governativa che ha come mission lo sviluppo e la crescita del World Wide Web.

La struttura di Internet è rappresentata da un'interconnessione di sistemi hardware o nodi che funzionano da ricetrasmittenti. Il collegamento tra questi nodi puo' essere cablato (tramite cavi) o wireless (senza fili). Ogni terminale connesso alla rete viene definito host (nodo ospite), mentre il collegamento tra gli host viene denominato link di commutazione.

All'interno della rete esistono delle sottoreti, chiamate intranet, che consentono l'accesso a internet o viceversa in maniera condizionata, per esempio i computer connessi in rete in un ufficio formano una intranet, possono accedere ad internet ma escono tutti dallo stesso nodo (un modem) connesso alla rete.

Ma cosa viene trasmesso dai vari nodi all' interno della rete? La risposta è molto semplice: dei pacchetti di dati, che rappresentano l'informazione che passa da un nodo ad un altro (per esempio quando dal mio PC apro un sito internet sto ricevendo dei pacchetti di informazione). Questi pacchetti viaggiano nei nodi e nei link della rete utilizzando una tecnica nota come packet switching (commutazione di pacchetto), che permette alla informazioni di partire da un host e di scegliersi percorsi diversi per raggiungere l'altro host, a differenza di come invece avviene in una commutazione a circuito della normale rete telefonica. Questo fa si che le informazioni scelgano percorsi più veloci nel preciso momento di attraversamento, in base alla disponibilità fisica di collegamento dei link della rete e/o alle condizioni di congestione della rete stessa. In parole povere: i pacchetti che compongono la stessa comunicazione possono prendere strade diverse per raggiungere lo stesso destinatario finale, ricomponendosi alla fine secondo l'ordine con cui erano partite, generando così l'informazione compiuta all'host finale.

Ma dove si trovano queste informazioni che viaggiano sulla rete?
Per rispondere a questa domanda bisogna fare una distinzione fondamentale tra i due tipi di architettura logica di una rete: la prima è client/server (cliente /servente) e consiste nella presenza di un server (una macchina molto potente) che detiene le informazioni e le condivide, permettendo l'accesso e la fruizione ai client (per esempio un PC).
La seconda architettura è Peer-to-peer (P2P, cioè pari a pari), dove i nodi non si trovano in una posizione gerarchica ma sono equivalenti o paritari e quindi possono fungere sia da client che da server.

In entrambi i casi un nodo terminale host, che sia un client o che sia un server, è determinato da un indirizzo IP, statico quando assegnato manualmente dall' amministratore di rete, o dinamico quando viene assegnato in DHCP. Invece le risorse presenti su un host/server vengono indicate dall' URL (Uniform Resource Locator), cioè una sequenza di caratteri alfanumerici che ne identifica l'indirizzo in modo univoco (per esempio www.ilmiosito.it). Per convertire un indirizzo mnemonico URL a un indirizzo IP vengono rilasciati i DNS (Domain Name System) che sono è un sistema utilizzato per la risoluzione di nomi dei nodi della rete (host) in indirizzi IP e viceversa.

Tra le modalità di fruizione delle informazioni dalla rete possiamo citare le più famose:

  • Posta elettronica (e-mail)
  • Protocollo di trasferimento dati (FTP)
  • Protocollo di trasferimento ipertesti (HTTP)